COTRONEInforma

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Cinema e spettacolo
Cinema

A teatro...

Teatro



"Omnia sunt communia"

COTRONEInforma n.123


Disponibile in Pdf

 

Resta sempre aggiornato

su notizie, eventi e cinema...

iscriviti alla nostra

newsletter...

***

 

Lascia un messaggio nel

nostro libro ospiti...Occhiolino

***

 

Inseriti nella sezione galleria

nuovi video riguardanti la

redazione...

***

Formazione e lavoro

PUBBLICATI SUL BOLLETTINO UFFICIALE GLI AVVISI PER FAVORIRE L'ACCESSO AL CREDITO E SOSTENERE IMPRESE E OCCUPAZIONE

E-mail Stampa PDF

Sono stati pubblicati sul BURC n° 41 del 15 ottobre 2010 - Parte III - i due Avvisi pubblici annunciati in preinformazione nelle scorse settimane.
"Avviso Pubblico per aiuti alle imprese attraverso la concessione di borse lavoro, di incentivi occupazionali sotto forma di integrazione salariale e formazione continua - POR Calabria FSE 2007-2013".
L'obiettivo di questo bando è quello di facilitare l’ingresso nel mercato del lavoro dei disoccupati/inoccupati calabresi attraverso la realizzazione di percorsi integrati di inserimento lavorativo, potenziando il capitale umano a disposizione del tessuto produttivo regionale.
E' possibile trasmettere le domande dal 15° giorno successivo alla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale (Decorrenza 30 ottobre 2010).
Info, domanda e allegati

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato

E-mail Stampa PDF

Una nuova iniziativa sperimentale avviata da Fondazione per il Sud per il sostegno a “programmi e reti di volontariato” nel Mezzogiorno. Il Bando è rivolto esclusivamente alle reti e alle organizzazioni di volontariato del Sud Italia. Con questa iniziativa, la Fondazione non richiede la presentazione di progetti su specifici ambiti di intervento, ma intende favorire il consolidamento e il rafforzamento dell’azione e dell’impatto delle organizzazioni e delle reti di volontariato che già operano sul territorio.
Obiettivo del Bando è sostenere le reti di volontariato esistenti e, in misura più limitata, le organizzazioni di volontariato che promuovono e sperimentano modalità di lavoro “in rete”, per accrescere il loro impatto sociale sul territorio e favorire lo sviluppo delle comunità.
Non è previsto il sostegno alla costituzione di nuove reti.

Corso "Responsabile tecnico per la gestione dei rifiuti"

E-mail Stampa PDF

Il corso si propone di fornire un titolo professionalizzante nel delicato campo della gestione dei rifiuti per favorire l’inserimento lavorativo di disoccupati/inoccupati in attività lavorative connesse con i servizi di smaltimento rifiuti, raccolta dei rifiuti ingombranti, raccolta differenziata. Il percorso formativo è diretto primariamente alla comunità di etnia rom e finalizzato alla sensibilizzazione e alla diffusione di una cultura specificamente indirizzata al rispetto dell’ambiente, con riguardo al delicato settore della gestione dei rifiuti.
Destinatari e requisiti di ammissione
Ai sensi del Regolamento CE 2204/2002 art. 2 lettera f, del Regolamento CE 800/2008 art.2 e del POR Calabria FSE 2007-2013 Asse III Inclusione Sociale, l’intervento formativo è destinato ad un numero massimo di 60 allievi di etnia Rom. Possono fare richiesta di partecipazione anche persone appartenenti alle altre categorie di “svantaggio” (immigrati, nomadi, persone diversamente abili, detenuti/e ed ex detenuti/e, persone soggette a misura penale esterna o in semilibertà), che saranno ammessi a partecipare al percorso formativo nel caso le domande di partecipazione delle persone della suddetta etnia dovessero risultare in numero inferiore ai posti disponibili nelle diverse aule.

Regione Calabria: avviso pubblico per la realizzazione del programma: "una scuola per la democrazia"

E-mail Stampa PDF

La scuola rappresenta un presidio essenziale per la cultura e per il potenziamento delle persone e dei cittadini, oltre ad essere una risorsa preziosa per le relazioni che istituisce con le famiglie, le altre istituzioni e le diverse istanze formative presenti sul territorio. Una “buona” scuola garantisce l’accesso per tutti ai saperi, alle nuove tecnologie, agli spazi di produzione culturale, di relazione e socializzazione, contribuendo in questo modo a contrastare, da un lato, l’emarginazione e il disagio sociale, la dispersione scolastica e l’abbandono dei percorsi formativi, e dall’altro a promuovere la cittadinanza attiva delle giovani generazioni, l’autostima e l’attuazione del diritto allo studio per tutto l’arco della vita. In questo ambito, il Programma “Una scuola per la democrazia”, garantendo, tra l’altro, l’apertura delle istituzioni scolastiche statali di ogni ordine e grado oltre l’orario curriculare, punta ad elevare le competenze di base e le conoscenze dei giovani calabresi.
Gli obiettivi:
a. contrastare il disagio giovanile e prevenire la dispersione e l’abbandono scolastico;
b. migliorare le competenze degli studenti calabresi nelle materie scientifiche, matematiche, logiche e linguistiche;
c. favorire l’apertura delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado oltre l’orario curriculare, allo scopo di promuovere una cultura dell’apprendimento per tutti e di rafforzare la funzione della scuola come centro di promozione culturale, sociale e civile
del territorio e di formazione di cittadinanza attiva;
d. coinvolgere i giovani in attività che ne rafforzino la motivazione e la partecipazione alla vita del territorio, attraverso l’apporto concreto dell’associazionismo culturale e del volontariato, cercando di valorizzare tutte le opportunità offerte dal territorio e di ridurre la percentuale di giovani che abbandonano la scuola;
e. creare o rafforzare reti di collaborazione territoriale in aree carenti di infrastrutture sociali e luoghi di aggregazione;
f. introdurre pratiche didattiche innovative nei percorsi curriculari ordinari per rendere l’apprendimento più attraente;
g. garantire l’integrazione del corpo docente delle istituzioni scolastiche con docenti non di ruolo per rafforzare l’efficacia degli interventi formativi.

Bando 2010 della Regione Calabria per la selezione di 347 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale in Calabria

E-mail Stampa PDF

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 03 settembre 2010 - 4°serie speciale – concorsi ed esami, il Bando per la selezione dei volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale in Italia e all’estero. In allegato è possibile visionare il Bando per la selezione dei 347 volontari da impiegare nei progetti di servizio civile nazionale di competenza della Regione Calabria. Nel Bando è contenuta la modulistica per la presentazione delle domande di partecipazione. Per opportuna conoscenza si allega altresì il Bando dell’Ufficio Nazionale Servizio Civileper la selezione di n. 10.810 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale in Italia e all’estero. I progetti da svolgere in Italia riguardano anche il territorio della Calabria, dove i singoli enti hanno sedi di attuazione.

La domanda di partecipazione in formato cartaceo, indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto, deve pervenire allo stesso ente entro le ore 14.00 del 4 ottobre 2010.
Scarica bando


Visualizza i progetti nella provincia di Crotone
bando volontari regione Calabria 2010
bando nazionale volontari 2010

CORSI VOLTI ALL’ASSOLVIMENTO DELL’OBBLIGO FORMATIVO E DEL DIRITTO - DOVERE DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE

E-mail Stampa PDF

OPERATORE DEL BENESSERE ( ESTETISTA/PARRUCCHIERE) - OPERATORE MECCANICO OPERATORE DELLA RISTORAZIONE( CUOCO/PIZZAIOLO/BARMAN) - OPERATORE ELETTRICO OPERATORE SERVIZI PROMOZIONE ED ACCOGLIENZA - OPERATORE SERVIZI DI VENDITA

DESTINATARI: Gli interventi formativi per singola azione sono rivolti a Giovani che non abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e siano, preferibilmente, in possesso di titolo di scuola media inferiore e devono assolvere all’obbligo di istruzione e formazione.

OBIETTIVI: Formare nell’arco del triennio figure professionali in possesso delle capacità specifiche relative alle mansioni a cui l’azione formativa si riferisce, che siano in grado di sviluppare le proprie potenzialità operative in realtà aziendali, in modo da svolgere con competenza, creatività e spirito innovativo il ruolo professionale a cui saranno chiamati.

DURATA E TEMPI: Impegno didattico di 1.100 ore per ogni singolo anno tra attività teoriche da svolgersi presso la sede formativa dell’Ente e stage da svolgersi presso aziende del settore, per tre anni complessivi, con articolazione di sei ore giornaliere.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE : Le domande, da compilare presso le sedi di PROMIDEA:

Pagina 2 di 2

You are here Formazione e lavoro